Presepi Arena Verona | La rassegna più magica del mondo
6
home,page,page-id-6,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa child-child-ver-1.0.0,homa-ver-1.7, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
doc1 (1)-000

La rassegna più magica del mondo

PRESEPI DAL MONDO A VERONA

La Rassegna, che celebra il suo trentacinquesimo anniversario, organizzata dalla Fondazione Verona per l’Arena, consiste in una ricca esposizione di presepi ed opere d’arte ispirati al tema della Natività, provenienti da musei, collezioni, maestri presepisti e appassionati di tutto il mondo e, proprio per questo, offre un quadro artistico completo della tradizione presepista  intercontinentale. L’esposizione continua ad ottenere grandi consensi e riconoscimenti ogni anno, quasi a sottolinearne il carattere di multietnicità e tolleranza tra popoli di culture diverse.

La Mostra è nel Guinness dei primati, con i suoi 400 presepi provenienti da tutto il mondo, mantenendo uno spazio espositivo molto ampio. È anche nel Guinness dei Primati il suo simbolo, la Stella Cometa, ideata da Alfredo Troisi e progettata da Rinaldo Olivieri. È la più grande archiscultura del mondo, realizzata in acciaio, alta 100 metri, pesa 88 tonnellate.

Verona e Betlemme si riscoprono unite in un gemellaggio di pace; nella “città natale” per eccellenza, infatti, in occasione del Giubileo del 2000, l’UNESCO ha promosso la costruzione del Museo Internazionale della Natività, ideato e curato da Alfredo Troisi, e di un simbolo che richiama la maestosa Stella Cometa di Piazza Bra.

La Rassegna suscita nel visitatore una particolare suggestione ed emozione. Gli oggetti esposti, fanno parte di due mondi, in un certo senso integrati: quello dello spettacolo – i presepi si possono infatti assimilare a delle sacre rappresentazioni fisse – e quello museografico – per certe caratteristiche scultoree di pregio e per le dimensioni di alcuni personaggi scolpiti e modellati nei secoli passati. Il primo richiede luci ed ombre, suoni e colori tipici dello spettacolo, il secondo spazi ampi e luci ben dosate. Tenendo conto di questi aspetti della Rassegna, l’allestimento è realizzato con suggestivi effetti speciali, valorizzando i singoli interventi (presepi di varie provenienze) e dando giusto rilievo ai singoli pezzi, presentati in assenza del loro contesto originario.

Nasce così una mostra-spettacolo in cui musica, luce e proiezioni contribuiscono a creare un’atmosfera correlata con gli oggetti esposti in modo da trasformare il visitatore da semplice spettatore in attore tra sculture e cose connesse non solo con il presepio tradizionale, ma anche con l’arte.

La Rassegna rimarrà aperta tutti i giorni, compresi i festivi, con orario continuato dalle 9.00 alle 20.00.

Biglietteria presso arcovolo 14 in Arena.

PARTICOLARI DELL’ALLESTIMENTO

La stella

Sono passati trentaquattro anni da quando Alfredo Troisi, allora segretario generale del Consorzio “Verona tutto l’anno”, ora Segretario Generale della Fondazione Verona per l’Arena, ebbe l’intuizione di utilizzare gli arcovoli dell’Arena per una rassegna di presepi, ed ancora la stella, che è nata nella sua mente quale simbolo della rassegna, torna a splendere in Piazza Bra.

Questa che dall’invaso dell’Arena si tuffa nello spazio immenso della Bra ha assunto nel tempo valori e significati autonomi tali da renderla apprezzata per se stessa e non più solamente in stretta connessione con la “Rassegna Internazionale dei Presepi” in Arena. E ciò lo dimostra la fama che ha avuto questa archiscultura, ideata da Alfredo Troisi e progettata da Rinaldo Olivieri, nata da un’intuizione maturata guardando la pianta della città caratterizzata dal doppio vuoto della cavea dell’Arena e dell’antica braida militare, ora Bra. Questo immenso arco vuol essere una linea ideale che collega lo spazio areniano con quello urbano, un arco di luce ed acciaio che prende avvio dal tempio della musica per cadere, come una grande esplosione di linee perennemente dinamiche, tra i cittadini infreddoliti dalle nebbie invernali e dare loro un’occasione di incontro in un luogo luminoso e felice.

L’idea di questa archiscultura ha funzionato e vive e può vivere ancora a lungo autonomamente per i propri valori espressivi, come risulta anche dalle richieste che vengono fatte per avere la stella per altre occasioni nel mondo.

La stella è nata per l’Arena e la Bra, per un rapporto stretto tra la storia dell’Arena e quello della città di Verona, ma potrebbe assumere e mantenere la sua alta espressività anche in altri luoghi dove altri cittadini volessero cercare un luogo luminoso e felice d’incontro.

Eventi

35^ Rassegna Internazionale del Presepio nell’arte e nella tradizione

LA LOCATION

Quest’anno, a causa di urgenti, improrogabili lavori nell’Anfiteatro areniano, la Rassegna  “Presepi dal mondo in Arena”, evento unico nel suo genere, viene temporaneamente spostata nella prestigiosa sede (completamente riscaldata) del Palazzo della Gran Guardia di fronte all’Arena, mantenendo inalterati il suo fascino e la sua spettacolarità, oltre ad elevare ancor più il suo livello artistico.

Il Palazzo della Gran Guardia prende il nome dalla sua posizione, ad un’estremità di Piazza Bra, il grande slargo antistante l’Arena e chiuso dalle mura trecentesche che vennero inglobate a “guardia”, appunto, dell’anfiteatro romano.

Dopo un promettente avvio del progetto, i lavori si arrestarono nel 1614 per essere ripresi solo nel 1819 da Giuseppe Barbieri, nuovo erede della tradizione architettonica veronese e autore di Palazzo Barbieri (il palazzo municipale), che porta il suo nome sull’altro lato della piazza. I lavori terminarono nel 1836.

La Gran Guardia ben rappresenta l’evoluzione dell’architettura veronese, d’eredità dell’originario, grandioso e sobrio classicismo del Sanmicheli, saltando a pie’ pari il barocco, per concludersi con la ripresa dei valori architettonici rinascimentali in chiave neoclassica.

Dopo un lungo restauro, la Gran Guardia è oggi uno splendido centro espositivo polifunzionale, con sale conferenze, spazi per l’allestimento di mostre, ecc. Nel 2006 vi si è tenuta la grande mostra per il cinquecentennale della morte del Mantegna e sono in programma per il futuro numerosi altri eventi espositivi.

La rassegna rimarrà aperta tutti i giorni, compresi i festivi, con orario continuato dalle 9:00 alle 20:00.

BIGLIETTERIA PRESSO ARCOVOLO 14 IN  ARENA

Informazioni

Numeri telefonici:

Segreteria della Rassegna
tel: 045 592544 – 045 591726
Fax: 045591991

 

Orario:

Aperto tutti i giorni, comprensivi i festivi,
nel periodo 25 novembre 2018 – 20 gennaio 2019
dalle 9:00 alle 20:00

 

 

Biglietti:

BIGLIETTERIA PRESSO ARCOVOLO 14 IN  ARENA

Biglietto intero: 7 €

Biglietto ridotto: 6 € (valido per comitive di almeno 20 persone, bambini in età compresa tra i 6 ed i 12 anni, adulti di età superiore ai 65 anni)

I bambini di età fino ai 6 anni hanno l’ingresso gratuito

Biglietto “speciale scuole”: 4 €

Agevolazioni per i gruppi:

La Fondazione Verona per l’Arena, organizzatrice della Rassegna “Presepi dal Mondo”, vuole fornire ai gruppi che intendono visitare la Rassegna un particolare servizio su prenotazioni, richieste di visite guidate e ulteriori informazioni contattando la segreteria della Rassegna:

tel. 045592544 – fax 045591991 – indirizzi e-mail: info@veronaperlarena.it – siti internet: www.presepiarenaverona.itwww.eventiarenaverona.it.

 

Inoltre, la nostra segreteria fornisce per conto dei gruppi informazioni su alberghi, ristoranti, trattorie e pizzerie convenzionati.

È possibile combinare la visita alla Rassegna con quella alla città.

Presepi

Contatti

Fondazione Verona per l’Arena

Via Roma 1/e
37121 Verona – Italia

Tel: 045 592544 – 045591726

Fax: 045 591991

E-mail: info@veronaperlarena.it